Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 31 Maggio 2016 - Ore 03:52


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
IL CASO
Concesio: secondo caso di rapina in una settimana, è già allarme
La scena si ripete a distanza di una settimana: due persone, un motorino, una pistola e un coltello. Con un accento inconfondibile: quello bresciano.  L’ultima vittima è la titolare di una tabaccheria-cartoleria di Concesio. Mentre la prima rapina aveva colpito un negozio di prodotti per la cura delle persona e della casa, il Tigotà, sempre nella stessa zona. La tabaccaia racconta così ai media l’accaduto: i due malviventi sono entrati nel negozio con i caschi in testa, uno ha scavalcato il bancone con in mano una pistola e il secondo le ha puntato un coltello alla gola. I rapinatori hanno preso l’incasso della giornata, stecche di sigarette e gioielli in argento. Secondo gli inquirenti, che al momento non danno indicazioni precise sull’inchiesta, gli autori del colpo, vista la dinamic

Commenti
gio 26 mag 2016, ore 17.42
VALTROMPIA
Cacciatori contro ambientalisti. Alta tensione a Gardone, intervengono i carabinieri
Era la terza giornata nazionale dell’Orgoglio Venatorio, si è trasformata in una manifestazione con momenti di alta tensione tra cacciatori e ambientalisti, con le forze dell’ordine nel mezzo. In cinquemila si erano dati appuntamento a Gardone Valtrompia, per una manifestazione festosa e pacifica che ha accolto associazioni venatorie ed appassionati provenienti da tutta Italia. Tutto si svolgeva tranquillamente, fino all’esposizione da parte degli ambientalisti di uno striscione eloquente: “Basta caccia”, apparso sul monte Cornelle e miccia che ha acceso la rabbia di un gruppo di cacciatori, che sono andati alla ricerca dei rivali rendendo necessario l’intervento di una trentina di carabinieri per sedare gli animi. In seguito sono iniziate le identificazioni e sono scattate una serie di den

Commenti 16
lun 23 mag 2016, ore 16.46
VALTROMPIA
Barista di Marcheno arrestato per spaccio di cocaina
Un barista 50enne di Marcheno è stato arrestato dai Carabinieri con l’accusa di spaccio di stupefacenti. Nel suo bar, infatti, i militari hanno trovato 4 grammi suddivisi in 12 dosi, nascosti in una bottiglia del magazzino. A casa, in una cassettiera, ne sono spuntati altri 35, in parte già confezionati in dosi. Il bar ovviamente è stato posto sotto sequestro.

Commenti 3
sab 14 mag 2016, ore 13.45
 
A proposito della bancarella di piazza Vittoria
Bragaglio di Claudio Bragaglio - Leggo, come molti interessati ai libri, la polemica sulla bancarella dell’amico Gigi. Sì proprio quella un po’ nascosta e rintanata, con quei suoi vecchi libri, in piazza Vittoria. Quella che non dà alcun fastidio. Ordinata e discreta. Un simpatico ritrovo per uno scambio di idee tra lettori, anche un po’ ‘vintage’, o per un perditempo tra bibliomani e bibliofili. Un bell’angolo di cultura e d’amicizia, nulla più. Piccolo, ma tanto piccolo, della nostra Brescia. Senza i riflettori pubblici per voti da contendersi. Senza associazioni commerciali che poi ti farebbero la guerra in Loggia. Senza il lustro della notorietà. Senza santi protettori in Paradiso. Tutti infilati, quindi, i migliori motivi per un distratto scrollar di spalle e per... lasciar perdere. O forse, proprio per questo, no. Con le prime 500 firme che tra poco raddoppieranno, e più. Virali, come in una rete, ma di passapa
 
Siglata l'unificazione delle quattro organizzazioni artigiane
MATTINZOLI di Enrico Giorgio Mattinzoli* - Dopo anni di dibattiti, incontri, diffidenze, speranze, progetti sottoscritti e successivamente disattesi; finalmente si è arrivati ad una intesa: le quattro Organizzazioni di Categoria dell'Artigianato hanno siglato l'accordo per l'unificazione. Soddisfatti i Presidenti di Associazione Artigiani, Confartigianato, CNA e Assopadana. La firma definitiva dell'accordo avverrà sabato 16 giugno 2050 alla presenza del Presidente del Consiglio che atterrerà alle 09,30 all'Aereoporto G. D'annunzio da poco in piena attività. La giornata per il Presidente del Consiglio è prevista densa di impegni, dopo l'intervento con le Organizzazioni Artigiane presso la Sala Conferenze dello Stadio di Brescia in località Parco delle Cave da poco terminato, il capo del Governo taglierà il nastro del Salone della Ricerca e della Tecnologia presso la Fiera di Brescia rinata dopo anni di inattività, per poi recarsi alla ex C


Lonati raddoppia e mette fieno in cascina. Il 2016 è partito nel migliore dei modi per l'azienda di San Polo che è leader mondiale nella produzione di macchine per calze: una nuova commessa dall'Uzbekistan che segue quella della scorsa estate e porta il totale a 20 milioni di euro. A firmare il gruppo tessile Uztex di Tashkent, che ha ordinato altre 512 macchine per calze di ultima tecnologia. Da Lonati gli uzbeki ne avevano già acquistate 550 (già consegnate), ma l'
Opinioni
 
Lavoro, serve un nuovo statuto
Bonometti di Marco Bonometti* - Trovo sia interessante, almeno per qualche aspetto, l’opinione espressa sui giornali da Oriella Savoldi, membro della segreteria CGIL di Brescia. Voglio però sgombrare subito il campo da un errore che, a mio giudizio, Savoldi commette, e che potrebbe avere gravi conseguenze. Savoldi, infatti, mette insieme, sullo stesso piano, due concetti nettamente diversi: l’importanza e l’andamento dell’industria manifatturiera. E da lì parte con un commento satirico all’enfasi acritica a più voci che afferma di aver rilevato sul tema. Vorrei porre alla signora Savoldi, che fa parte di un importante organismo di un sindacato storico come la CGIL, una semplice domanda: lei mette in dubbio l’importanza dell’industria manifatturiera? Pongo la domanda in maniera molto semplice e diretta perché la questione è di rilevanza strategica non solo sul piano delle relazioni industriali, ma su quello ben pi&ugrav
 
Chagall e la polemica sulle grandi mostre
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - La mostra di Chagall mi pare sia striata da troppe polemiche. Si tratta ora di evitarne di nuove e di maneggiare con cura quelle già esistenti. Per il buon esito della mostra stessa. Ciò mi porta subito a dire che non m’avventuro sulle questioni tirate in ballo per eventuali interessi del Direttore Di Corato per Mostre, Cataloghi e Case editrici. Di questo risponderanno Piattaforma Civica dell’avv. Onofri e Centro Destra. Per quanto mi riguarda vorrei stare al merito, dicendo di condividere la scelta, seppur estemporanea, della mostra di Chagall, con Dario Fo. Ma, a differenza di altri, in piena coerenza con la mia precedente condivisione anche della proposta di Goldin. Penso infatti abbia ragione il prof. Vasco Frati quando osserva che “al di là delle cortine fumogene… si tratta d’un progetto che ripropone il metodo Goldin dell’iniziativa organizzata chiavi in mano”. Ha quindi senso rileggere la
 
L’abbattimento della Tintoretto e le procedure amministrative
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - Ho già motivato sulla Stampa locale la mia contrarietà all’abbattimento della Torre Tintoretto. Una vicenda complessa, ma ignorata oggi nel suo iter. Al punto da ritenere nuova la proposta avanzata da ‘Investire SGR’, quand’era già della Giunta Paroli. E contrastata dall’intero Centro Sinistra.  Mi preme qui richiamare un passaggio decisivo, già fondato motivo d’un esposto alla Corte dei Conti, predisposto da Mirko Lombardi, allora segretario cittadino di Sel. Siamo nel 2012, ed anche in ragione di quel possibile coinvolgimento della Magistratura Contabile, la Giunta Paroli e l’Aler abbandonarono la scelta dell’abbattimento per quella della vendita. La questione riguardava il danno patrimoniale derivante dall’abbattimento. Infatti un abbattimento è legittimo per vari motivi: insicurezza dello stabile, impossibilità di ristrutturazione (si pen














MOBILITA'
Autostrada della Valtrompia: l'opera può partire
Il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, ha incontrato in data odierna il Ministro Graziano Delrio, che gli ha dato alcune risposte importanti a temi che toccano da vicino la viabilità bresciana. “Riguardo all’autostrada della Valle Trompia – ha dichiarato il Presidente Mottinelli – il Ministro ha dato mandato all’ANAS di procedere all’aggiudicazione definitiva dei lavori. Il Ministero nei prossimi giorni fornirà maggiori dettagli, ma l’opera può ora partire”. “Il lavoro di tante generazioni – ha dichiarato il Presidente della Comunità Montana della Valle Trompia, Massimo Otelli – ha dato il frutto sperato e la possibilità alla Valle Trompia di un’alternativa concreta e di un possibile rilancio socio-

Commenti 26
lun 09 mag 2016, ore 12.29
L'INDAGINE
Internet da medioevo in provincia di Brescia: 43 i Comuni sotto i 5mbps
Poco più di 5 mbps: questa la media delle velocità reali di connessione in provincia di Brescia rilevata da Sostariffe.it, portale che offre gratis un servizio di speed test che misura la reale velocità di navigazione internet. Più che di velocità quindi si parla di lentezza e l'attuale situazione risulta davvero problematica fatta eccezione per la Valsabbia dove le imprese viaggiano su fibra ottica. Come scrive il Corriere della Sera, le aree più penalizzate sono quelle lontane dalla centrale con velocità reale di connessione molto inferiore rispetto ai 7-20 megabit pubblicizzati: l'Agcom ha messo a disposizione un servizio con il quale è possibile fare un test ufficiale e se i risultati sono sotto il minimo indicato dall'operatore si può disdire gratuitamente il contratto

Commenti 1
sab 07 mag 2016, ore 10.29
LA CONDANNA
Marcheno, Giacomo Bozzoli condannato a 5 mesi per minacce a un debitore
Le minacce al titolare di una ditta bresciana costeranno 5 mesi di reclusione a Giacomo Bozzoli, nipote di Mario Bozzoli, l'imprenditore di Marcheno scomparso lo scorso 8 ottobre e sulla cui vicenda è indagato anche lo stesso nipote insieme al fratello e a due dipendenti della fonderia di famiglia. Giacomo dovrà scontare la pena per aver minacciato il titolare di un'azienda attualmente fallita che doveva 280mila euro ai fornitori di Marcheno con la frase: "O ci paghi o ti sparo".

Commenti 1
lun 02 mag 2016, ore 15.22
MEDICINA
Dal servizio della trasmissione "Le Iene" al giudice. Il "dottor Metadone" si difende
Secondo la trasmissione televisiva "Le Iene" prescriveva metadone senza aver effettuato alcuna visita, ma il dottore bresciano F.R. si è difeso affermando che ogni prescrizione faceva seguito a un colloquio preliminare con un famigliare presente, che metteva in atto l'esperienza maturata nel Sert e che i soldi guadagnati per tali operazioni venivano dati in beneficenza. Intanto, però, il medico bresciano è stato accusato di peculato, truffa e prescrizione abusiva di metadone e mercoledì mattina è stato interrogato dal giudice Giovanni Pagliuca. Nell'ottobre del 2014 "Le Iene" avevano inviato nel suo ambulatorio di Sabbio Chiese un finto tossicodipendente, al quale il medico aveva prescritto metadone senza visita. La difesa del medico attacca il montaggio della trasmissione di Ita

Commenti
gio 28 apr 2016, ore 11.53
AMBIENTE
Schiuma, chiazze nere e tubi provenienti dalla zona industriale. Il calvario del fiume Gobbia
I corsi d'acqua bresciani non hanno pace e la Valtrompia continua ad essere teatro di inciviltà. Questa volta è toccato al Gobbia, vittima di uno sversamento inquinante, che a quanto pare fa seguito ad altri episodi. I cittadini di Faidana (frazione di Lumezzane), infatti, lamentano la costante presenza di schiuma e acque nere, che sarebbero da ricondurre agli scarichi effettuati da alcune aziende del territorio. Secondo la gente del posto, peraltro, ci sarebbero addirittura dei tubi provenienti dalla zona industriale direttamente collegati al fiume. Lo rivela il Giornale di Brescia, che segnala anche i conseguenti sopralluoghi della polizia e delle guardie ecologiche dell'Arpa.

Commenti 3
gio 28 apr 2016, ore 10.57
LA CLASSIFICA
Enti pubblici, in Italia il comune più veloce a pagare i creditori è Lumezzane
Quanto sono celeri gli enti pubblici nel pagamento dei creditori? Purtroppo a livello nazionale le falle non mancano, mentre nel Bresciano si può stare tranquilli. Mentre la media nazionale è di 40 giorni, Lumezzane ha l'onore di essere il comune italiano più virtuoso, capace di pagare mediamente in 9 giorni e secondo solo all'Ente di Previdenza dei Periti Industriali di Roma (5 giorni) nella graduatoria stilata dal Ministero. Ai vertici anche il comune di Castenedolo, decimo  (12 giorni). Molto bene anche Desenzano del Garda, Sirmione, Cazzago San Martino, con tempi inferiori ai 20 giorni. Positivo anche il riscontro dal Comune di Brescia, che si fa attendere 19 giorni. Nella top 100 figurano solamente due comuni del Sud: alla posizione numero 38 c'è Orta Nova (Foggia), più in basso Gravina d

Commenti 1
gio 14 apr 2016, ore 17.33
AMBIENTE
Corsi d'acqua bresciani, problemi anche per il Mella. A Sarezzo liquidi biancastri
Non solo le acque del Chiese e quelle della pozza Fontanù in Maddalena. Anche il Mella nei giorni scorsi ha dato segnali poco rassicuranti a Sarezzo, dove è apparso un liquido biancastro sul corso del fiume. Secondo la gente del posto si tratterebbe di acqua emulsionabile usata dalle officine per le lavorazioni meccaniche. Il solito problema degli sversamenti a fiume, insomma, spesso di difficile riscontro, anche se lo scorso 1 marzo un imprenditore saretino è stato sorpreso dalle guardie ecologiche mentre ripuliva una betoniera facendo defluire acqua biancastra in un tombino nei pressi del Mella.

Commenti 9
mar 05 apr 2016, ore 11.17
CALCIO
Segno X sul derby bresciano di Lega Pro tra Lumezzane e Feralpisalò
Il derby bresciano di Lega Pro termina 1-1 tra Lumezzane e Feralpisalò. Una gara divertente e pirotecnica, in cui nessuno si è annoiato. E' un pareggio nel complesso giusto, ma i valgobbini hanno perso un'occasione d'oro: avanti 1-0 e con l'uomo in più, hanno colpito due traverse regalando poi ai gardesani il rigore che ha cambiato la partita. Nel finale, Furlan evita addirittura il ribaltone. Lumezzane avanti dopo 6 minuti grazie a un colpo di tacco acrobatico di Bacio Terracino dopo azione insisitita di Calamai sulla sinistra. Feralpisalò in grande difficoltà, soprattutto in difesa. La risposta dei gardesani al 19' con Romero, che strozza il destro dal limite. Al 32' ci prova Bracaletti dal limite, conclusione centrale e senza pretese. Strepitosa, invece, la parata di Furlan al 37' sul colpo di

Commenti
gio 24 mar 2016, ore 18.41
SUI MONTI
Boschi in fiamme. Pompieri e forestale impegnati sui Campiani e a Lumezzane
Mattinata di duro lavoro per i vigili del fuoco di Brescia e gli uomini della forestale, impegnati su due fronti. Un incendio è divampato sui Campiani, più precisamente sul Monte Ratto, sul versante che si affaccia sulla Pendolina. Fiamme anche nei boschi di Lumezzane Pieve. Mezzi di terra e l'elicottero della forestale in azione. I focolai sono stati amplificati del vento.

Commenti 5
gio 24 mar 2016, ore 16.06
IL CASO
Sei un morto che cammina. Lettera con minacce e un proiettile alla Pinti Inox
Minacce di morte al presidente della Pinti Inox, azienda valtrumplina leader mondiale nella produzione di pentole e posate. Il presidente Claudio Edoardo Pinti ha ricevuto una lettera con un messaggio eloquente: “Sei un morto che cammina”, accompagnata da un proiettile. Il 41enne ha denunciato il fatto ai Carabinieri, che hanno aperto un fascicolo contro ignoti e stanno vagliando tutte le piste possibili.

Commenti 1
sab 05 mar 2016, ore 11.39
IMMIGRAZIONE
Borghesi (Lega): a Collio situazione profughi indescrivibile. Da 7 mesi attendo risposte da Alfano
"Sto aspettando da quasi 7 mesi una risposta da parte del ministro Alfano all'interrogazione sulla vicenda dei presunti profughi di San Colombano. Vorrei anche sapere quanti di questi signori hanno ottenuto il riconoscimento dello status di profugo e quanti invece sono ancora alloggiati a nostre spese senza che ne abbiamo diritto".Con queste parole il deputato bresciano Borghesi è tornato alla carica sul tema immigrazione: "I cittadini continuano ad essere preoccupati: non solo non hanno avuto risposte da Alfano, ma nessuno li ha rassicurati in merito a voci incontrollate e, ci auguriamo tutti infondate, diffuse in paese su presunti problemi sanitari degli ospiti. Ormai non ci sono più parole per descrivere la situazione di Collio". 

Commenti 43
ven 26 feb 2016, ore 18.07
IL CASO
Bloccati 23 giorni ad Abu Dhabi per colpa di una foto. Madre e figlio tornano a Lumezzane
La fine di un incubo. A distanza di 23 giorni Annalisa Pasotti e Pietro Bossini sono finalmente tornati a casa, a Lumezzane, dopo un viaggio negli Emirati Arabi che ricorderanno a lungo. A fine gennaio i coniugi Bossini (Giuliano e Annalisa) erano partiti insieme al figlio Pietro per una crociera che si è trasformata in odissea il 2 febbraio, quando ad Al Fakkan, dopo un giro turistico della città, madre e figlio hanno fotografato un deposito di carburanti considerato "sensibile" dalle autorità locali. L'intervento di sorveglianza e polizia ha imposto agli sventurati turisti bresciani il ritiro dei passaporti. Giuliano Bossini è tornato a casa, mentre moglie e figlio (peraltro disabile) hanno dovuto fare i conti con la corte suprema di Abu Dhabi, che li ha assolti con 120 euro di ammenda dopo

Commenti 5
ven 26 feb 2016, ore 17.05
IMPRESE
Bozzoli, l’attività non riparte. Cresce la preoccupazione dei lavoratori
Futuro incertissimo per i 13 lavoratori della Bozzoli di Marcheno. La fonderia valtrumplina – divenuta tristemente famosa per la misteriosa scomparsa del titolare l’8 ottobre del 2015 e il rinvenimento dieci giorni più tardi del cadavere di un operaio in circostanze che gli inquirenti non sono ancora riusciti a chiarire – non riesce a far ripartire l’attività. Gli effetti del lunghissimo sequestro a cui l’autorità giudiziaria ha sottoposto gli impianti, sbloccato soltanto il 27 gennaio scorso, si fanno purtroppo sentire pesantemente. A sottolinearlo è la Cisl in una nota ai giornali che riportiamo in forma integrale. SE LA PRODUZIONE NON RIPARTE LA CASSA INTEGRAZIONE È BLOCCATA. E senza ripresa produttiva non c’è la possibilità di attivare per i dipenden

Commenti
ven 26 feb 2016, ore 10.41
AMBIENTE
La Caffaro saluta via Milano. 55 dipendenti in bilico e lo spettro di un disastro ecologico da scongiurare
La Caffaro ha deciso di chiudere i battenti, e lo farà con un anno d'anticipo rispetto alla scadenza prevista dal contratto d'affitto. La notizia non può passare inosservata perché se da un lato bisogna fare i conti con i timori dei 55 dipendenti dell'azienda, dall'altro diventa sempre più minaccioso lo spettro dell'inquinamento. Oggi, infatti, la Caffaro Brescia srl è costretta - come da accordi con il curatore fallimentare della vecchia Caffaro - a pompare più di un miliardo di litri d'acqua dalla falda impedendole di toccare la zona tossica infestata dai cicli produttivi passati. Una procedura che comporta costi elevati per l'impresa di via Milano, che a quanto pare starebbe valutando l'ipotesi di trasloco in Friuli. Le richieste di ottenere tariffe elettriche agevolate sono state respi

Commenti 34
gio 25 feb 2016, ore 17.01
GARDONE VALTROMPIA
Da Miss Padania a stalker: arrestata 32enne
Una 32enne è entrata nel negozio di Chiari dell'ex fidanzato e, visibilmente alterata dall'alcool, l'ha minacciato con un cavatappi ferendolo leggermente al collo. La donna in questione è Alice Grassi, eletta Miss Padania nel 2003, residente a Gardone Valtrompia ma di fatto senza fissa dimora. L'ex fidanzato dopo essere stato colpito è riuscito ad allertare i carabinieri che sono giunti poco dopo sul posto. Alla vista dei militari la 32enne ha tentato di scappare strattonando il brigadiere per cercare di liberarsi dalla presa. Da una successiva perquisizione è risultata anche in possesso di 0,44 grammi di cocaina, sequestrata insieme al cavatappi. La donna è stata segnalata alle autorità competenti in quanto assuntrice di droga ed è stata accompagnata all'ospedale Civile di Brescia pe

Commenti 3
ven 12 feb 2016, ore 14.37
IL CASO
Bimba di tre anni cade dalla finestra. La madre rischia una denuncia per abbandono
Un bambina di tre anni di origine ghanese si trova in gravissime condizioni nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Civile di Brescia dopo essere caduta dalla finestra di casa, in via Massimo D'Azeglio a Lumezzane. E' successo nel pomeriggio di martedì intorno alle 17. La madre si era allontanata per qualche minuto e la piccola si è sporta dalla finestra precipitando da un'altezza di otto metri. La madre della bimba, disperata, ora rischia una denuncia per abbandono di minore. Sul caso stanno indagando i Carabinieri.

Commenti
gio 28 gen 2016, ore 10.56
L'INCIDENTE
Gardone, donna investita da uno scooter guidato da un 18enne. In ospedale
Mancavano pochi minuti alle 8 quando uno scooter guidato da un 18enne ha investito una donna che stava attraversando la strada a Gardone Valtrompia, in via Matteotti. A quanto raccontano le persone che hanno assistito all'investimento la signora non si trovava sulle strisce pedonali. Anche il giovane in scooter è rimasto ferito in seguito alla caduta. I soccorsi della Croce rossa di Gardone Valtrompia sono arrivati dopo una manciata di minuti insieme ai volontari di Villa Carcina. I due feriti sono stati trasportati in codice giallo all'ospedale Civile di Brescia. La ricostruzione dell'incidente è stata affidata alla Polizia Locale di Gardone Valtrompia.

Commenti
gio 28 gen 2016, ore 09.33
BRAVATA
Lumezzane, studenti intossicati a scuola: un liquido urticante la causa
Uno scherzo di pessimo gusto quello che ha fatto finire ieri 25 persone, tra studenti e insegnanti dell’istituto professionale Don Tedoldi di Lumezzane, in ospedale per intossicazione. La causa dei malori è stata scoperta: sarebbe infatti stato versato un liquido in un contenitore del sapone dei bagni, capace di provocare irritazione alla gola e agli occhi. Una bravata fatta durante la ricreazione che, fortunatamente, non ha avuto nessuna grave conseguenza, ma ha scatenato un bel po' di paura. La preside annuncia provvedimenti per coloro che si scopriranno essere i colpevoli. 

Commenti
mer 27 gen 2016, ore 09.51
IL CASO
Venticinque intossicati tra studenti e insegnanti dell'Agenzia formativa di Lumezzane
Venticinque tra studenti e insegnanti intossicati all'interno dell'Agenzia formativa don Angelo Teboldi di Lumezzane, in via Antonio Rosmini nella frazione di Premiano, tutti trasportati in codice verde tra l'ospedale di Gardone Valtrompia e i vari nosocomi di Brescia. I soccorritori sono immediatamente giunti sul posto per verificare il livello di intossicazione e prestare i primi soccorsi insieme ai carabinieri e ad una squadra di Vigili del Fuoco. La scuola è stata evacuata ma restano ancora da verificare le cause dell'intossicazione.  ARTICOLO AGGIORNATO ALLE 14,35

Commenti 2
mar 26 gen 2016, ore 12.43
I CASI
Parrocchia di Gardone V.T: furti di portafogli al momento dell'eucarestia
Se tre indizi fanno una prova, due furti in chiesa durante l'eucarestia creano l'allarme tra i fedeli. E' successo a Gardone Valtrompia dove, al momento di mettersi in coda per ricevere l'eucarestia, qualcuno ne ha approfittato per sfilare il portafogli dalle borse di anziane signore. Portafogli che poi sono stati svuotati dei pochi spiccioli che contenevano e abbandonati fuori dalla parrocchiale. Il parroco, don Aldo Rinaldi, dopo essere venuto a conoscenza della notizia, ha invitato i fedeli a tenere strette borse e marsupi anche al momento di mettersi in fila per ricevere l'eucarestia, senza lasciarli incustoditi nei banchi. Alcune voci dai social parlano di fatti analoghi avvenuti anche nella chiesa di Sarezzo e in altre chiese della Valtrompia.

Commenti
mer 20 gen 2016, ore 14.50
L'OPINIONE
Bomba carta a Collio, Lacquaniti (Pd): l'odio verso i profughi arriva fino alle bombe?
Con un comunicato il deputato bresciano del Pd, Luigi Lacquaniti, esprime solidarietà nei confronti dei titolari della forneria di San Colombano dove nella notte tra domenica e lunedì è stata fatta esplodere una bomba carta, presumibilmente a carattere di protesta contro il fratello del titolare che gestisce l'albergo dove sono ospitati i profughi. DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO: Nella notte di domenica 17 gennaio una bomba carta è stata fatta esplodere a Collio davanti a un bar pasticceria del paese. Probabilmente l’obiettivo non è casuale, visto che il titolare dell’attività che ha subito il raid è fratello del gestore dell’albergo dove sono ospitati una quindicina di profughi. E visto che il locale è già stato fatto oggetto di intimidazi

Commenti 2
mar 19 gen 2016, ore 15.16
IL CASO
Lumezzane, diciotto cani trovati in pessime condizioni. Ipotesi maltrattamento
Martedì 12 gennaio a Lumezzane è avvenuto un maxi sequestro di cani, La notizia, riportata da Bresciaoggi, parla di una segnalazione da parte di una persona che avrebbe permesso ai carabinieri e alla Polizia Locale di intervenire e sorprendere diciotto esemplari di cani tenuti in condizioni pessime. I cani erano custoditi all'esterno di un'abitazione in località Faidana, lungo la strada verso il monte Poffe. Quattordici di questi sono stati trasportati al canile convenzionato di Verdello, in provincia di Bergamo, mentre gli altri sono stati consegnati ai proprietari. L'accusa, che dovrà essere attentamente valutata, potrebbe essere di maltrattamento di animali. Si indaga, inoltre, sul proprietario del recinto dove erano custoditi i cani.

Commenti
gio 14 gen 2016, ore 11.35
TRIBUNALE CIVILE DI BRESCIA
Caso Bozzoli, alla moglie dello scomparso il 50% delle quote della fonderia
La moglie di Mario Bozzoli, lo scomparso imprenditore di Marcheno, è stata nominata dal tribunale civile di Brescia curatrice del patrimonio del marito e amministrerà quindi il 50% delle quote societarie della fonderia di via Gitti. La donna si troverà quindi ad amministrare la società con l'altro co-proprietario, Adelio Bozzoli, fratello dello scomparso Mario e padre di due figli, indagati per concorso in omicidio volontario insieme a due operai della fonderia. La moglie di Mario denunciando la scomparsa del marito aveva parlato di rapporti tesi con la famiglia del cognato, mettendo in evidenza il clima pesante che si respirava in azienda. Intanto il sindacato ha trovato un accordo per prolungare fino al 10 aprile prossimo il periodo di cassa integrazione per i dipendenti della fonderia. La Procura ha ann

Commenti
gio 14 gen 2016, ore 09.47
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
5

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Quale di questi Comuni bresciani a vocazione turistica non hai mai visitato?
Sirmione
Desenzano
Salò
Limone
Tremosine
Ponte di legno
Montecampione
Darfo
Monte Isola
Iseo

Chi vorresti come nuovo rettore dell'ateneo bresciano?
Gian Paolo Beretta (Ingegneria)
Rodolfo Faglia (Ingegneria)
Riccardo Leonardi (Ingegneria)
Maurizio Memo (Medicina)
Alessandro Padovani (Medicina)
Saverio Regasto (Giurisprudenza)
Emilio Sardini (Ingegneria)
Claudio Teodori (Economia)
Maurizio Tira (Ingegneria Civile)

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
00:55 a 21.20
31 mag - Vai alla news »
E' vero che esiste la legge che vieta di circolare con mezzi atti a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona in luogo pubblico o
00:13 @elenco
31 mag - Vai alla news »
Giusto, uno schifo. Civica X Brescia con capolista e Capogruppo Ninì Ferrari, già Capogruppo del PDL. La Civica per Del Bono con Capogruppo
00:08 Gino
31 mag - Vai alla news »
E smettiamola di dire che i centri commerciali creano posti di lavoro... non sono fabbriche. Ogni "nuovo posto di lavoro" significa che qual
21:20 @ASSURDI
30 mag - Vai alla news »
Se sei stato maltrattato da un'agente delle forze dell'ordine per avergli segnalato una donna con un burka, perche' non l'hai denunciato per
21:12 burqa
30 mag - Vai alla news »
Io pure non ho mai visto un burqa in Italia. Il burqa non é una discriminazione nei nostri confronti ma una offesa alla dignità della donna
20:20 semplice...
30 mag - Vai alla news »
no money, no game. se Brescia (con la B maiuscola) non ha alle spalle una proprietà degna, meglio che il brescia (stavolta con la b minuscol
20:14 ASSURDO
30 mag - Vai alla news »
Ho detto che anni fa è successo anche a me come a una signora di Roma in aeroporto mesi fa di essere maltrattata da un rappresentante delle
20:12 si
30 mag - Vai alla news »
Al signore delle 19.36 deve essere sfuggito che io non sono l'utente che si firma "ASSURDO". Il signore delle 19.36 parla di pateticità, ma
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Regione Lombardia - Banche dati
- Regione Lombardia - Istituzione
- Calcio Bresciano
- Lo shop dell'Albero della vita
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...